lunedì 21 gennaio 2008


..."Ma io non sempre voglio essere felice.
Ogni tanto bisogna essere infelici
per poter essere naturali...

Non tutto è giorni di sole,
e la pioggia, quando manca da molto, la si invoca.
Per questo prendo la felicità e l'infelicità
naturalmente, come chi non trova strano
che esistano montagne e pianure,
che esistano rocce ed erba...

Quello che conta è essere naturale e calmo
nella felicità e nell'infelicità,
(...)
e quando si sta per morire ricordarsi che il giorno muore,
e che il tramonto è bello e bella è la notte che resta...
Così è e così sia..."

(Fernando Pessoa)

1 commento:

andrea ha detto...

mortali immortali
immortali mortali
viventi la vita di quelli
morenti la vita di questi
Eraclito di Efeso